Realtà aumentata. Ora la possiamo anche toccare.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Filament.io 0 Flares ×

Ne sto parlando molto, lo so. Quello che mi piace della realtà aumentata è che -secondo me- rappresenta il futuro della quotidianità. Si merita tutte le nostre attenzioni, soprattutto oggi!

Come sappiamo, la realtà aumentata consiste nel sovrapporre più livelli di informazioni.
Il livello “base” è quello della realtà, la vita vera. A questo vengono sovrapposti altri livelli, di cui fin’ora abbiamo visto esempi che coinvolgono soprattutto l’uso della vista (immagini, oggetti 3D, ecc…).

Con un buon impianto audio, non è difficile immaginare anche un coinvolgimento dell’udito, ma non avrei mai pensato che fosse già possibile, già oggi, e lo vedremo nel video, TOCCARE gli oggetti in realtà aumentata.

Come? Qui lo fanno con gli ultrasuoni.

Avete presente quando stiamo molto vicini ad un box che emana musica ad alto volume? Sentiamo la “botta” d’aria che ci viene contro. L’idea è la stessa, ma gli ultrasuoni non sono recepibili dall’orecchio umano, e questo li rende perfetti per lo scopo.

Vista, udito, tatto… mancano gusto ed olfatto, la ricerca continua!

(Fonte)

Comments (2)

Leave A Comment