Content management caso SComunica

78 Flares Twitter 18 Facebook 30 Google+ 13 LinkedIn 17 Pin It Share 0 Filament.io Made with Flare More Info'> 78 Flares ×

Molte aziende si sono lanciate su Facebook senza ben capire la differenza tra gruppo, pagina fan, profilo, senza avere un responsabile che conosca il target giusto, e le giuste tecniche per parlare con questo target, si è convinti di poter inserire a proprio piacimento dei contenuti online in base ai propri gusti, senza nessuna strategia, o consapevolezza, snobbando la figura del Web Content Manager.

La mancanza di una figura professionale può creare problemi alle grandi e piccole aziende o gruppi.

Vi riportiamo alcuni casi che sicuramente già conoscete.

Nestlè, che, dopo aver notato l’uso di immagine modificata del logo Kitkat scaturita da una campagna di Greenpeace, ha espressamente vietato a chiunque di usare i suoi loghi come avatar del profilo personale, richiamando le leggi sulla proprietà intellettuale. Un utente ha risposto e il gestore della pagina, ha perso totalmente il controllo. 

 

Il caso Patrizia Pepe e le risposte date ai fan in merito a delle foto pubblicate di modelle decisamente anoressiche.

 

Il caso  della pagina fan Explosm.ITA

“A tutti quelli che si lamentano per la lentezza del sito, dato che da quello che vi offriamo nessuno di noi guadagna una lira potreste (oltre a farci il grandissimo favore di togliervi dalle palle) evitare di stressarci e di attaccarci. Purtroppo avete ragione, il sito a volte è lento ma non dipende da noi”.

@Giovanni, non paghi per questo servizio quindi nessuno ti da il diritto di fare l’incazzato. Ripeto che purtroppo questi problemi non dipendono da noi. Siamo i primi a impegnarci per farvi avere tutto nel modo migliore possibile. Se quello che facciamo non ti piace, invece di attaccarci, puoi semplicemente dimenticarti di noi. Tutto chiaro?

 

Sono tanti gli esempi famosi di cosa non fare nella gestione di una pagina fan, ma soprattutto di come un brand possa farsi cattiva promozione online solo perchè chi gestisce la pagina non è un vero professionista.

Oggi vi proponiamo una case history che ci ha coinvolto da vicino, riguarda la pagina fan SComunica, che secondo noi è un esempio (in piccolo) di come sia importante scegliere i contenuti.

SComunica nasce il 10 Ottobre 2011, è una pagina fan dedicata a tutti coloro che cercano di comunicare in maniera creativa con piccoli budget e grandi idee.

SComunica raccoglie immagini e video dal web, con l’obiettivo di mostrare come idee molto semplici possano essere spunto per campagne nonconvenzionali e virali.

Proprio una di queste immagini, che testimonia la semplicità di una idea creativa, si è rivelata una “bomba” virale per la pagina, che ha portato il numero dei fan da poche centinaia a oltre un migliaio.

Ecco la storia di SComunica.

The Author

valentina de caro - Ciao a tutti. Facciamola breve e indolore, io odio le descrizioni! Dunque sono Valentina, mi occupo di social media marketing. Mi piace la comunicazione, l'arte, le belle foto, il cinema, il cibo, nuotare, non mi piacciono le palestre (ma ci vado), l'odore delle sigarette (ma lo sento spesso), il traffico (e quindi giro sempre a piedi)... Se vi va di fare 2 o 4 chiacchiere con me contattatemi, trovate un po ovunque i miei contatti.

View all posts by valentina de caro

Leave A Comment

Ebuzzing - Top dei blog - Marketing e comunicazione Ebuzzing - Top dei blog